Cappella Palatina - Bed and Breakfast Kemonia

B
ed and
B
reakfast
K
emonia
Vai ai contenuti

Menu principale:

Cappella Palatina
                                                                                                                                                                                                

La Cappella Palatina del Palazzo Reale di Palermo rappresenta la massima espressione artistica della brillante ed eclettica stagione di età normanna, il frutto più maturo e completo del sincretismo etnico-culturale del regno di Sicilia. Essa è la riproduzione in senso artistico del capolavoro politico portato a compimento da Ruggero II, dedicata a San Pietro venne edificata dopo I'incoronazione di
Ruggero II avvenuta nel 1130, e consacrata nel 1140. L'edificio sorse sopra una più antica cappella, la piccola chiesa di Santa Maria di Gerusalemme. Dal punto di vista architettonico l'edificio presenta una pianta mista, composta dall'unione di una pianta di tipo basilicale, quella delle navate, con una di tipo centrale, quella del santuario triabsidato e coperto con cupola,realizzato secondo le esigenze spaziali della ritualità bizantina. L'interno della Cappella rappresenta uno dei luoghi più straordinari di tutto il Mediterraneo medioevale, un opera d'arte “totale” e punto di contingenza fra due sfere artistiche molto diverse, quella bizantina e quella islamica, subordinate al servizio dell'ideologia del potere dei normanni. Nella Cappella confluiscono le esperienze dell'architettura islamico-fatimide e quelle della pittura bizantina. Quest'ultima si manifesta in maniera grandiosa nel ricco manto musivo che riveste per tutto il loro perimetro le pareti dell'edificio. I mosaici della cupola, datati al Il43,rappresentano i mosaici più antichi della Sicilia normanna. Al centro è raffigurata l'immagine a mezzo busto di Cristo Pantocratore entro un disco dorato, attorniato dai quattro arcangeli in sontuosi abiti imperiali bizantini e da quattro angeli. Seguono figure di evangelisti e figure di profeti, secondo una scansione gerarchica discendente. Le pitture del soffitto ligneo della Cappella rappresentano il più vasto complesso pittorico esistente dell'intero mondo islamico, e vi sono raffigurate scene di danzatrici, suonatori e musicanti, bevitori, lottatori e giocolieri, cacciatori e guerrieri, con un carattere spiccatamente profano e fortemente edonistico, che vogliono essere un'invocazione benefica alla vita del re, così come indicano anche le iscrizioni in arabo che corredano le pitture.
 
Cell. +39 3291757509
E-mail. info@kemonia.com

Copyright 2017. All rights reserved.

Torna ai contenuti | Torna al menu